FESTE RELIGIOSE

Non si può parlare del paese di Sant’Ippolito tacendo sulla devozione che i suoi abitanti hannoverso il santo di cui il paese porta il nome. A S. Ippolito martire è dedicata la chiesa principale del paese, che è elevata a Santuario, ed il 13 agosto in suo onore si celebra una festa che, soprattutto in passato, era importante meta di pellegrinaggio dai paesi vicini.

Momento centrale di tutta la festa è la processione: l’antica statua del santo viene portata a braccia per le strade del paese, ed in quasi tutti i vicoli del centro storico, seguita da un gran numero di fedeli. Precedono la processione, oltre alla banda musicale, i gruppi di suonatori di tamburi, i “Tummarinari”, che non suonano solo durante la processione, ma durante tutta la giornata ed anche nei tredici giorni che la precedono. Questi giorni sono di preparazione alla festa, ed ogni giorni si celebra la messa seguita dalla “tredicina”.

I festeggiamenti del 13 agosto non sono solo di natura religiosa, ma alle celebrazioni sacre sono associati anche i festeggiamenti civili. La via che porta al Santuario per l’occasione viene abbellita dalle illuminazioni ed occupata dalle bancarelle. Nelle serate del 12 e del 13 si esibiscono cantanti o complessi, anche di un certo rilievo.

In onore di Sant’Ippolito si celebrava anche una festa votiva, l’otto di marzo. Questa festa ricordava la protezione del santo in occasione del terremoto del 1832, avvenuto in quel giorno.

Con l’emigrazione molti abitanti di Sant’Ippolito lasciarono il paese, ma non cessò la loro devozione verso il santo patrono. In molti dei luoghi in cui giunsero istituirono delle piccole feste in onore del santo. Tra quelle che vengono ancora oggi celebrate ricordiamo quella di Lansing, in Michigan (USA), e quelle di Toronto e di Windsor, in Canada.

Tra queste feste quella di Lansing merita un cenno particolare. Nell’area di questa città degli Stati Uniti, si stanziò una delle prime e più numerose colonie di emigrati di Sant’Ippolito. La festa si celebra dal lontano 1938 e viene organizzata dalla “St Ippolito Society”. Ha luogo la seconda domenica di Agosto. Attualmente viene celebrata a Bunker Hill: si celebra la messa, e dopo la statua del santo viene portata in processione nel giardino della chiesa. Dopo la piccola processione, nello stesso giardino si tiene un picnic. È un momento di riunione non solo per tutti gli emigrati di Sant’Ippolito e per i loro discendenti, ma anche per gli altri emigrati italiani della zona. Analogamente si fa a Toronto: anche qui, dopo la messa, si svolge la piccola processione ed il picnic nei giardini della chiesa.

 

<<   Statua di Sant’Ippolito negli U.S.A. (Michigan)

 

 

Statua di Sant’Ippolito a Toronto(Canada) >>

 

Festa di Santa Lucia

Il 13 dicembre viene celebrata Santa Lucia, martire siracusana dei primi secoli del Cristianesimo. A Santa Lucia è intitolata la chiesa in piazza A. Dionisio, che è la parrocchia del paese. Oggi la chiesa è in attesa di restauri e la festa della santa si celebra al Santuario, seguita dalla processione per le strade del paese. Anche questa ricorrenza è preceduta dalla tredicina in onore di Santa Lucia.

In passato si svolgeva in paese anche le feste della Madonna del Rosario, la seconda domenica di ottobre. La processione partiva dalla chiesa di Santa Lucia, in cui si conservava la statua.